L’associazione onlus l’amico fedele nasce nel 2006 su impulso della volontaria Alice Agnelli con l’obiettivo di creare un movimento animalista locale serio, organizzato e qualificato. La prima grande conquista ottenuta fu quella di introdurre importanti ed utili novità all’interno del Canile di Ripatransone e cioè:

  1. attività di socializzazione dei cani del canile;
  2. attività di promozione delle adozioni consapevoli prima di allora pressochè inesistenti.

Grazie ad un lungo e faticoso percorso con le amministrazioni locali riesce ad ottenere una convenzione che autorizzasse e disciplinasse le attività di volontariato all’interno del Canile Comunale di Ripatransone e dal 2007 finalmente i cani iniziano ad uscire dai box e ad essere adottati. Ad oggi i cani escono la media di 3 volte a settimana e le adozioni vengono gestite in maniera consapevole anche grazie alla formazione acquisita da diversi volontari diplomati come educatori cinofili. In ambito felino l’amico fedele si distingue per la gestione di un’oasi felina che accoglie ben 30 gatti, per la gestione della media di 50 adozioni all’anno e per una proficua gestione diretta ed indiretta delle colonie feline del territorio. In ambito informativo si è fatta spesso promotrice di iniziative di sensibilizzazione e informazione attraverso percorsi formativi sia in ambito canino che felino come ad es. “Il Patentino”, “Cosa vogliono i gatti” e ultimo, in ordine cronologico, gli incontri “Come e perché scegliere un cane”. Nel 2014 idea e promuove l’importante campagna di sensibilizzazione contro l’isolamento sociale del cane “Non mi vedi sono qui” affrontando per la prima volta l’argomento dell’importanza della socialità e socializzazione dei cani ai fini del loro benessere e del benessere sociale in generale. Crea a tal fine anche un sito ad hoc:

http://www.lamicofedele.it/isolamentosociale/la-campagna.html

Dal 2015 abbraccia anche la causa vegana organizzando ben 3 edizioni del primo Festival Vegano estivo Piceno per sensibilizzare i cittadini anche al rispetto degli animali non di affezione. Dal 2017 entra a far parte del sistema di protezione civile dopo la fruttuosa ed importante esperienza di soccorso animali nelle zone colpite dal sisma. Attualmente oltre che negli ambiti sopra menzionati sta portando avanti importanti progetti come la realizzazione di una struttura gattile comprensoriale nel proprio territorio e una  campagna di informazione e formazione 2018 su temi riguardanti la prevenzione del randagismo attraverso un dettagliato programma di incontri su diversi temi  in partnership con l’associazione canbiamente evolution

Per tutte le informazioni:

www.lamicofedele.it

pagina facebook